Gunnar

by Casa Degli Specchi

/
1.
2.
[Intro] [Verse 1: GyLuciani] Eh yo, ocra, ocra, ocra / l'altare azzurro Socrate / rasentiamo l'assurdo GyLuciani / con duecento truppe di Amburgo e le alghe sui delfini che concludono il tutto Ne deduco che il blu / è sopravvalutato sapore vellutato dell'amaro come Ramazzotti Eros e Thanatos / vedo Diana Ross e Claudia Koll nella Renault insieme a Jean Reno (Jean Reno) Prenota / tanto da aspettare non sporcare il mio nuovo tavolo da speziale lacrime e sangue / piangono sul guanciale mia nonna aveva la mania delle patate dolci Eddie Murphy, Eddie Murphy sfrutta la tua libertà fintanto che non lede gli altri perchè il vero fallimento è non provarci e non serve la metrica, l'importante è non essere falsi (ma bravoooo) Sono molto saggio non mangio buoi / faccio buoicottaggio vuoi comprare questo disco? lo puoi fare ai live che è come dire che non puoi farlo / non suoniamo mai [Bridge: Alex Antonov & GyLuciani] So far tutto, forse niente... (niente, non suoniamo mai...) ma il Mullah...ci impennerà (solito fallimento...) e sarà...sarà il Mullah...Omar...(so far tutto, so far niente) So far tutto, forse niente (forse niente) ma il Mullah ci impennerà (ci impennerà) e sarà (sarà) / sarà il Mullah Omar (Omar) Omar (Omar) Omar [Verse 2: Alex Antonov] Elena Grimaldi / flow caldi / pugni sui banchi Antonovvi / mangio taralli / bevo bianchi / visitiamo la tua prostata coi guanti / poi dopo entriamo coi ganci, anzi metto carta da pacchi e parati nel Palaisozaki (così) Riempio pance e non con feti / scrivi confetti sbagliato, "confeti", e al matrimonio vai fuori dai piedi Edizioni Casa Degli Specchi! Mondial Casa ti aspetta bussa coi piedi / o porti bocce o non entri (get out!) Makin' loud / makin' proud / Niki Lauda brucio il tuo fottuto muso ma aggiungimi su Soundcloud sono il pesce Klaus / cane Brian / ristorante in braia Brian Eno, Nino D'Angelo / bambino piango stilo e ciao Primo da sempre da quando la classifica è al contrario radio per radio non fa successo / fa itinerario imperatore del nesso / collego tutto / solo che mi spiego da solo / professore in un istituto vuoto Mistico torno / mitico uomo ma fa schifo tutto criptico sporco tra stele di Rosetta e Stekelenburg ci si parte di violenza / si impenna / è una setta entourage / alla faccia di chi ci vuole male [Verse 3: Janeosa] Detesto il caffè tedesco, il politico e l’arcivescovo i moniti dell’episcope, i pisciaturi e le fistole i radar là sopra ai cirri ed i ferri in mano agli sbirri i venditori dei Kirbi e lo ripeto: gli sbirri! Ho chiesto a Roggy Luciano e mi ha detto (stai calmo) di solito in agosto in riviera il clima (è caldo) Liguria / il presidente è un gerundio, Claudio Burlando e in Regione la frase standard è “Gente stavo scherzando!” Ho un amico potente che domina in medio oriente che è meglio di un presidente che spopola tra la gente che vuole la guerra santa e per questo di sera prega ma io bevendoci sopra ho pensato “Cazzo mi frega?!” E’ solo un bieco pretesto, un titolo sopra ad un testo era il Mullah Omar oppure la pasta al pesto e se cerchi la consecutio ed i dissing lungo una lista da noi trovi Marinetti e gli scritti di un futurista Coi soggetti che sublimano e si sfuma anche il contesto non sono parole a caso / questo è il nostro manifesto, frei! Lessico ottuso sopra ai quadri di Guttuso ho chiesto a Tocqueville ed il Vecchio Regime ha chiuso! [Hook: Alex Antonov] So far tutto / forse niente ma il Mullah ci impennerà! e sarà / sarà il Mullah Omar, Omar So far tutto / forse niente ma il Mullah ci impennera'! e sarà / sarà il Mullah Omar Omar, Omar Omar, Omar Omar, Omar... [Outro]
3.
[Intro] [Verse 1: Alex Antonov] Yo! Rapper per bene per Bersani / ragassi siamo passi Pino dei Palazzi / pinot nei palazzi resto nei paraggi / dipingo arazzi corinzi indie / non chiamarci rappisti (rappisti?!) 'Sta ipocrisia la uccido / Janeosa soy maldido Antonovvi male a un dito / Luciani pervertito Erma rincoglionito / CDS! fa schifo piacciamo a chi piacciamo / garantito, sentivo che tutti vogliono viaggiare in prima tutti vogliono ascoltare il Liga tutti vogliono giocare in Liga o in Ligue 1 / lingua antica / tifone ad Antigua (frei!) Questa è Casa Degli Specchi music / Aldo Busi ed uzi sulla scena / W. Bush, imbriaconi in piega leggo e vedo Legolas / lego giocattoli nella scatola del Dash, come il Lego / stasera prendo il... [Hook: CDS] Treno / comunque vadano le cose lui passa e se ne frega se qualcuno è in ritardo puoi chiamarlo bastardo ma intanto è già andato (ma braaaavoooo!) Treno / comunque vadano le cose lui passa e se ne frega se qualcuno è in ritardo puoi chiamarlo bastardo ma intanto è già andato (...ma bravo) [Verse 2: Janeosa] Oggi non ho voglia / di fare pezzi troia sennò finisco male come alle urne Ingroia scatta la paranoia proprio sopra l'intervista: "Si lei fatela entrare, è Gaia Tortora e sta in lista" E' il jet set dei giornalisti, serpi, servi ed arrivisti gente che ha fatto scelte come quelle dei Limp Bizkit è solo un beese beese, un treno dai tempi indecisi coscienze in piena crisi, business e falsi sorrisi Io gradirei un Mojito / oppure un bel dipinto "Gesù tornerà di domenica, medita!" brutta questione quella della religione l'oppio dei popoli e fedeli in metadone Ma all'Italia che gli fotte / da il meglio quand'è notte c'è Dante con Beatrice ed in parlamento le mignotte tutte facce già usate, ti promettono l'estate ma è un brutto romanzo tutto di scelte sbagliate Tanto è peso sto risveglio che allora drogarsi è meglio "No, oggi non ci sono, esco a bere con Bukowsky... fondale nero!" si staglia da sotto il ciglio e poi finisce che muoio in Messico come Trotsky La Casa Degli Specchi occupa l'edificio spara in testa al tuo panda e dà il bianco laddove è grigio puro stile meticcio come Jonny Zasa dov'è Gianfranco Fini? Finalmente a casa! [Hook: CDS] [Verse 3: GyLuciani] Chiesa / comunque vadano le cose lei incassa comunque vadano le cose lei ingrassa non paga l'IMU che ovviamente è una tassa (no questo non lo puoi dire cambialo) Ok, Chiesa / comunque vadano le cose lui passa comunque vadano le cose lui crossa l'ho visto in giro l'altro ieri ad Aosta (ah adesso va bene, ora puoi continuare) Eh sono i guardiani del regime ci guardano come a dire "che manica di beline" letame sulle veline / ma mai maschilismo Casa Degli Specchi / Papa Francisco (ma bravo) Sono a Tiblisi che ballo il tango ci son due coccodrilli ed un orangotango quando viaggio / treni merci e in Francia mi ringraziano / treni mercì [Hook: CDS]
4.
[Verse 1: Janeosa] Appizzo sighe con lo zippo che poi sanno di benzina strizzo un mondo in questo inchiostro e poi ne spillo chetamina scrivo pezzi nella Casa Degli Specchi assieme a Shiva tra intermezzi e la soundtrack originale di Bob Dylan Io che apprezzo il fare greve, il brano grezzo e l'invettiva mi ascoltavo Rosa Parks sopra un bootleg da rapina su le mani per chi crede a fondo all'ansia compulsiva e per chi ha sfanculato il mondo ed ha messo il suo cuore in vetrina! Ho visto gli angeli sui mandorli, ed i tarli dietro agli angoli storie da New York City / Woody Allen coi suoi diavoli coi suoni metaforici / che abbattono i fortini spiego al mondo il senso vero e più profondo del Martini Perché è l'alcool che ci salva da 'sto gusto di lavanda bevendo con John Milton in una piazza ad Atlanta sdrammatizzo, smobilizzo / è il nostro viaggio in mezzo ai vizi e ci trovi sempre il gusto che c'ha l'erba quando appizzi Noi che non siam da meno, guardiamo che passa il treno i pesci rossi, la veranda ed il gattino, vaffanculo (vaffanculo!) noi che non siam da meno / con l'aceto nel duodeno le puttane, i grandi affari, e pure io vado affanculo! [Hook: GyLuciani] Sto leggendo un giornale di mesi fa/ ma come si fa a parlare con serietà di Lega Pro Lega Pro e contro / personalmente sono contro la Lega quindi non seguo le serie minori verso liquori / cedono i freni inibitori vedo l'arcobaleno nei suoni / Casa Degli Specchi, bwoy sacrifici bwoy / lavatrici bwoy la marca Rex / Commissario Rex [Bridge: Alex Antonov] Dreams to fuck giornaliste di La 7! (I'm just playin / what I'm sayin) o perlomeno quelle di Sportitalia (I'm just playin / what I'm sayin) OK, Dreams to fuck giornaliste di La 7! (I'm just playin / what I'm sayin) o perlomeno quelle di Sportitalia (I'm just playin / what I'm sayin) [Verse 2: Alex Antonov] Bella, Casa Degli Specchi rap gold / come Italia 7 Marika Longini / tette, squallidiamo, trend setter (CDS!) magna e bevi, magro, Primo Levi scrivo, Primo Levi / storytelling, Primo Levi / primule negli occhi e non sarete più gli stessi (Antonovvi!) riconosci l'andatura / ho la merenda per la scuola e voglio Deborah Schirru! debole, debosciato, debacle accido / ti rendo migliore e più coglione come l'amore / lampone e more nel mio bar hai capito Antonio? noi marchiamo il territorio con le fan (Consultorio Style!) spiega un attimo il problema piega un attimo la schiena / lo spieghiamo a questa scena! [Hook: GyLuciani]
5.
[Intro] [Verse 1: Alex Antonov] Yo! Il commissario Zagaria ama la mamma e la polizia noi figli di Elia e di Lea Di Leo / yeah, Signora Leonida! (yeah!) Leo Gullotta sulla scena / che Leonida vu cu siti? voi siti pedoporno / vi chiudiamo, merde! (ah!) Stile CDS / dati incrociati alla PolFer e alla PolPost / dominiamo, Pol Pot, ho il poster pow pow pow pow! mitraglietta, Batistuta la tua tipa è nuda / mangio carne cruda / sagra di Carrù (taaaa!) Con il tah e con il fresh / dall'87 il malocchio si pente quando va alle feste con la CDS robot / Bender ho il flow / demente / enter Law & Order / guardo TV Talk con Roberto Bolle sulle balle troppi liquidi / lo sapevi che a Micheal Douglas gli è venuto un tumore per il sesso orale? che presa male / tu banale / io banane orango Tango a Parigi / Leonardo, dirigente e quadro [Hook X 2: Janeosa] E' la vita che bussa sui versi di Trilussa con tutti i toni accesi / tipica roulette russa fuori dall'industria ma lasciamo le macerie la Casa Degli Specchi e i vostri miti vanno in ferie [Verse 2: GyLuciani] Eh yo sono un mito / sono in crisi ho perso la fede / la moglie è incazzata perchè il marito ha perso la fede / la moglie è Federica la sposi perchè è ricca / lista nozze Federa, letto / matrimoniale argomento particolare / come un angelo al mare che discute della patrimoniale / mentre mangia caviale / scusa un attimo, Enza tu cosa vedi quando chiudi gli occhi? io vedo gli Abba che mi dicono "abba pazienza" è finita la grappa? pazienza Faremo senza, faremo senza CDS / Nino Frassica la rima classica / la mente umana quando è elastica è fantastica / ad esempio c'è chi auspica un minore utilizzo di plastica perchè (manca il petrolio) / e allora no! [Hook X 2: Janeosa] [Verse 3: Janeosa] La Casa Degli Specchi è un'altra vittoria di Pirro tipo un mezz'etto in tasca e litigare con lo sbirro tipo mi tengo in cassa la metà di ciò che spingo tipo c'è uno in Alaska uguale a Monsignor Milingo Sono un tipo del genere / bomba e posacenere un sogno ed un astrolabio cercando nel cielo Venere e non voglio dirlo io ma lascio che parli Catone chi non guarda le stelle è notorio che sia un coglione Con i testi inusitati, i lusitani del contesto che più che da usurati abbiamo le facce da eccesso che più che litigate, le mie sono sortite non sto lì a dissentire / io passo alla dinamite "La Società dello spettacolo" con tante ombre hai letto Guy Debord? Siamo andati ben oltre Siamo anche stati bene con il posto in prima fila dentro ad un film di Truffaut / azione, ciak, si gira [Hook X 2: Janeosa] [Outro]
6.
[Intro] [Hook X 2: CDS] Banane, lampone, chi c'era con te! Cruciani / Cruciani [Verse 1: GyLuciani] Ah, code in tangenziale consequenziale / a volte pensare mi viene troppo facile / quando blocco favole nell'aria della mia stanza come note magiche Tu dammi del pazzo ma col diavolo e Fiordaliso faccio un gioco a tre / e all'improvviso improvviso John Coltrane / granchi sulle nuvole cantano canti delle guerre puniche / le guerre puniche son sempre le ultime a sapere le rose io non creo parole creo lettere nuove dall'ateneo all'etere all'altrove / e sono vivo sono vivo / CSI, avete le prove Involontariamente prendo il Volo Fabio mentre il mondo senza salvagente annega in un bicchiere d'acqua questa è l'Italia / elitaria fedele e mercenaria come Emilio Fede e il Papa [Hook X 2: CDS] [Verse 2: Janeosa] Questa è la Casa Degli Specchi / i più onesti del quartierino ci pompi nelle tue casse che rompe il cazzo al vicino salti sopra alla sedia / io spariglio i ruoli in commedia con storie targate Imperia e visioni sopra la media (ok) Cartine intrise con i soci in grande assise passeggio alle banchise e amo fumare New York Diesel compro l'erba marsigliese a Menton in terra francese e tra liquori e Punt-e-Mes finisco sempre le sighe Sostanze nella tasca e mi si abbassa l'emocromo faccia da Vallanzasca ma ho un ciuffo da galantuomo col fare un poco ardito e quello sguardo da impunito che piace alla tua donna e per lei ormai io sono un mito Io frei sto sulle mie e resto sempre un po' sul vago e a casa faccio le canne su un libro di Saramago che in più non ho mai letto / mi arrabatto tra gli stracci e come lassativo lego un pezzo di Filippo Facci L'acquafan di Bratislava / un altro bizantinismo la Casa Degli Specchi è puro e duro avanguardismo e se cerchi la consecutio e la bamba lungo una riga da noi ci trovi Picasso e le bombe sopra a Guernica Maestri di ciò che è ovvio e da oggi ti piacciamo il doppio lo so ti suona strano ma già ti piacciamo il doppio ti toglie anche il malocchio / la Casa Degli Specchi già ti piacciamo il doppio come un anno senza inverni [Verse 3: Alex Antonov] Bevo una Cisterna d'Asti e amari / Mombaruzzo / ho il nuovo gusto pallapugno / chiudo settime e ottave di mottarelli Motta / Motown con la gotta Casa Degli Specchi / nuova fotta in un corpo di foca Non si fotte con Andromeda a Monastero Bormida Portacomaro Stazione / scomoda Piovà Massaia / la massaia alle quattro ci saluta mestamente mentre sfama un gatto / vado matto In gita a / Roccaverano , Rocchetta Tanaro Tigliole / latin lover per le vostre figliole / Monale chiche loche / locale, facciam le bave bella scena a Robella / Rocca d'Arazzo! ah! Rimo bello / Castelnuovo Belbo / Revigliasco Scurzolengo, Vesime, strofe ennesime vecchie glorie / Lentini e Fuser, Canelli / duelli spadaccino a Incisa Scapaccino / per inciso sono consapevole / Badoglio, Grazzano Badoglio tocco di classe / Castagnole Lanze / Montemagno sogno Montecarlo / ma non c'è bisogno di sognarlo mezz'ora e siamo mezzi francesi / Nizza Monferrato [Outro: Sample]
7.
[Intro] [Verse 1: Janeosa] Mamma son tanto felice anche se in bancarotta ho una nuova cicatrice inflitta dalla vodka ho trovato il coniglio di Alice dentro ad una grotta dice che vive felice assieme a una mignotta E a me va molto bene, bene, alziamo 'sti boccali non giudico la gente / figurati gli animali mi resta solo un dubbio / "sta tipa come la paghi?" lui mi ha risposto che è un boss tra gli industriali Adesso lo capisci / gli animali si fan ricchi e diventano politici col fare da sceicchi tanti conigli bianchi col sogno del Quirinale e se vogliono scopare / pagano due puttane E' cambiato il bianconiglio ed il suo sguardo oggi è tetro ha provato lo champagne e non vuole tornare indietro è la storia di un coniglio / è brutta e in più finisce male è la storia di un coniglio che si è rivelato tale [Sample] [Verse 2: Alex Antonov] La metafora del pugile ha rotto i coglioni Antonovvi / temo i mormoni e il propagarsi dei morbi morbidosi, soffici / schiacciami la pancia ed uscirà una voce metallica / c'ho gli occhi buoni Io cucino le mie stesse bugie come cucinassi per il carnivale tutte le mattine quella coppia è just married? goddamit! io spingo sulla termocoppia i nuovi flow, baby! Questa tipa è aperta bene? paracadute ho nuovi chip nella cute / non ci sono scuse stappo il culo alla Boldrini? Don Perignon odio il bon ton, Fernando Alonso e gli sponsor Marco se n'è andato, non ritorna più? (E' mancato!) ho la corona di fiori col cardamomo sono il Bell'Antonio, Plutonio, Tonio Cartonioooo.... ....ritorno e canto [Bridge: Alex Antonov] Mamma son tanto felice perchè posso twittare con te (con te) Mamma son tanto felice perchè posso twittare con te (con te) Mamma son tanto felice (mamma) perchè posso twittare con te Mamma son tanto felice (mamma) perchè posso twittare con te [Verse 3: GyLuciani] Yo, yo, whisky grappa ai mirtilli / e siamo Nancy brilli / pungono i capelli, ricci spine sulla pelle spine sulla pelle La mia pelle c'ha spine affilate / voglio morderla romperla / spasmo, Erasmo da Rotterdam ubriaco marcio dentro un campo santo parlo di calcio con Anco Marzio, con Torquato Tasso e Fabio Fazio Ho scritto l'Iliade e l'ho persa a dadi i personaggi del libro mi hanno ucciso / li ho perdonati e perdonarli / è facile / vino e fragole mille favole / questa notte è mia, Martini / fragile Lo spirito della dopa d'estate le zanzare si annidano nella moka e nascono larve nel mio caffè / coffee break Kofi Annan / Deutsche Bank, e ora il campione di merda [Sample] [Bridge: GyLuciani & Janeosa] Gasparri è un paranoico (brutta persona, brutta persona) x 3 Gasparri, Gasparri (brutta persona, brutta persona)
8.
[Verse 1: Alex Antonov] Quindi? Quindi? quindi? quindi? quindi? quindi? quindi? quindi non fare la bimba cattiva / questa letterina è elementare e da consegnare alla mia maestrina E' Domenica e si va a letto presto con la vita di Luciano De Crescenzo / sono colto nel senso che son piccolo e parlo cinese / il cinese è colto / in entrambi i sensi, probabilmente Ho gli orari delle timbrature intersecate con i flussi di coscienza / era da quando c'era l'euro che non ti sentivo / diremo questo su un treno d'inferno / Caronte scende a Spezia Centro Con tutto il rispetto per gli spezzini e per Vergassola fuori nevica / Arnica / ti vedo mettere pomate prima del tuo sonno ristoratore sono un ristoratore, ho le olive buone / cantastorie filastrocche / per bambini / minchia, i bimbi-minchia diverenteremo adolescenti-minchia / giovani-minchia uomini fatti-minchia / vecchietti-minchia pezzi di Milka sulla tua fibbia / e noi pazzi visionari / e il mondo che ci guarda e pensa "cosa abbiamo fatto per meritarceli?" / aristocratici del buio quando porti le toppe al top / piccoli uomini Franco Oppini con il gusto dei mobili nuovi Antonovvi, in città un nuovo sceriffo giustizia privata resa pubblica su qualche sito, è il riscatto del bimbo / manco mi fossi rapito da solo ripido suolo / ma mi consolo / pane e pomodoro [Bridge: GyLuciani] Cioè...ma quindi? cioè...quindi? quindi...cioè... [Verse 2: GyLuciani] Tocca giocare sul filo del fuorigioco sul filo del discorso / perdere un figlio sarebbe in visibilio il pubblico ma non c'è giubilo per la mia voce / Erma va veloce Armadi in noce / mobili chiari quelli scuri sono troppo da anziani / qualcuno sbaglia bei quadretti / anatre e bei laghetti li vedevo da bambino in montagna / Aladino lo vedevo da bambino in montagna / Arlecchino da bambino in montagna / che bello anche ad agosto l'atmosfera fresca / e si faceva festa con improbabili convegni di Giannino si faceva festa Si da bambino mi infilavo nei convegni di Giannino per mangiare a scrocco, si, e quindi? piccolo diavolo / Benigni, e quindi? tocca pensare sul filo del fuorigioco [Bridge: Janeosa] E quindi, e quindi, e quindi dimmi mò e quindi, e quindi? dimmi mò dimmi mo, mo va la, e quindi, e quindi e quindi, e quindi, e quindi [Verse 3: Janeosa] A me ‘sta storia non va bene / perché il continuo rotear del vuoto spinto ha come primo effetto: assuefazione situazione sfortunata da cui non si torna indietro e di cui ti rendi conto solo quando è troppo tardi E’ un mostro con due teste e la seconda è l’abitudine che ha gli occhi di Circe ma le mani di Megera e finire nel suo abbraccio vuol dire scrivere fine è dire addio ai sogni di gloria e alla voglia di esser migliori E scendendo dagli altari dei poeti di maniera e percorrendo le navate tutte giù fino alla strada ed incontrando le persone che vivono in questo mondo ti accorgi che l’abitudine li ha uccisi quasi tutti Qua ci si abitua a tutto, frei ci si abitua a tutto anche a perdere col tempo la propria identità qua ci si abitua a tutto, frei ci si abitua a tutto abbandonando il corpo immerso in mille velleità E qui al netto di tutto / a me han detto di tutto nel lungo sali scendi di una vita sulle scale qua ci si abitua a tutto / e ci si abitua male tutti a guardar la nave / che sta per naufragare [Verse 4: GyLuciani] Lo so quanto mi pesa questa nostalgia ma come in chiesa così sia, questo è il crocevia i crocifissi in ogni via mi fissano / spiano come la C.I.A. / Casa Degli Specchi (swag) Caffelatte nelle tazze calde / l'astronave parte io vado su Marte / con su le calze bianche consulto il comandante / il bene il male il tao Dana Brau / sulla base e ciao / we in the house we in the building / we in the Bilderberg / come Letta e la Gruber finchè la bettola chiude / vado a letto sulla luna poi mi sveglio a Vancouver / tu dici "pensa alla salute" e quindi / io penso alla salute [Outro]
9.
[Intro] [Verse 1: Janeosa] Brani tratti da un libro, ma il titolo l’ho scordato una notte di mezza estate, la causa stato alterato lo stomaco dissestato ed in faccia un volto scavato in testa frammenti sparsi ed i resti di un attentato E ancora che mi chiedo se non sia il caso ch’io cambi aria che anche a cambiar contesto il malanimo no non varia un bacio alla bottegaia, ha due occhi frei che ti sdraia ed un gusto un po’ anni novanta coi pezzi di Brian Adams C’è il beat che ci racconta di un bar e di una serata lui è vecchio ed abelinato, lei è giovane e alcolizzata e se cerchi la consecutio e la logica nel racconto rimani uno stronzo sordo, fanculo e tagliamo corto Qua c’è un miscuglio di immagini / storie e tratti somatici giorni passati al vertice ed altri piuttosto tragici magici e bei momenti / quando tutto è iniziato lei è giovane e alcolizzata, lui è vecchio ed abelinato [Verse 2: GyLuciani] E stanno insieme come il valium e il gin un paio di drink e scompaio da qui grandine e ghiacchio che gratto via dalla finestra l'euforia sbalestra / prima tempesta del nuovo mondo L'amore c'è, ma non lo noto molto è dentro un porto vuoto / frasi di fuliggine tu dimmi se ci sei / o chiama quando torni verso latte sui capelli sporchi e facciamo discorsi sbronzi Dai discorsi contorti non torni indietro io cerco i cerotti e purtroppo tu mi porgi vetro mi spiego? ancora l'orizzonte / ancora porte rotte da riparare prima che finisca male Bella scena frei / Marisa Tomei chiesa di LaVey, bevo con gli dei / e l'iride va in alto / Osiride / alcol, e bibite cambia niente / loro due, marionette [Sample] [Verse 3: Alex Antonov] Luci gialle, un poco slavazzate / occhi da epatico o-o-occhi da epatico fondo via / l'insegna triste e affascinante al contempo nuovo simbolo erotico del mio tempo Entra un vecchietto col viso spento / primo cliente settantun'anni / riporto e puzza di piede "Buonasela signole plego plego si accomodi" Lui sorride / pensa che lei lo provochi e forse è vero Tempo zero / tolta la giacca / la maglia / aperta la patta si stende e chiede la tariffa alla ragazza lei pensa a quanta birra Tsin-Tao vorrebbe bere vorrei ben vedere / lui si leva il Tau / "si qui per piacere" Di nascosto lei beve / sottofondi con i suoni di delfini e balene su MediaPlayer sulla schiena / lombi / deltoide / parlano, mille storie lei c'ha un figlio mongoloide / lui ha un figlio cannabinoide Si conoscono da sempre / non è vero niente però è bello crederci ed è bello che loro ci credano lui la invita al giorno dopo / pizza e cinemino lei sorride, e forse porteranno con loro il bambino La tariffa pagata assicurerebbe un surplus lui la ferma e le regala un "avremo di più" esce fuori col sorriso / io lo incontro e mentro butto la rumenta penso / "a questo gli han fatto una sega" [Sample]
10.
[Intro] [Hook: GyLuciani] Apro la birra verso la birra bibidi bobidi bu (ah) bevo la birra perchè non c'è il rum bibidi bobidi bu (swag) Apro la birra verso la birra bibidi bobidi bu (yeah) bevo la birra perchè non c'è il rum bibidi bobidi bu (swag) [Verse 1: Janeosa] Mattinata presa bene? frei manco per niente come Giorgio Faletti “minchia signor tenente” come con Rosi Bindi / io le guardo le tette e ho incontrato la Minetti / “Come va con le marchette?" Io c’ho una mia visione del mondo e sta oltrefrontiera e colano i colori del cielo sulla ringhiera cobalto ed un coyote cha aveva un occhio di cera Carl Gustav Jung / “Lettere dalla Riviera” Cahiers de doléances per tenere a mente i torti quei grandi eroi francesi? (Tutti uomini morti!) “E ‘sti cazzi” non lo aggiungi quando parli dei defunti? tu non cagarmi il cazzo se non comprendi i miei spunti Ci si imbarca sul Pequod e affanculo questa giungla cacciamo Moby Dick e la ricerca sarà lunga prolunga la visione, porta tutto al giorno d’oggi e la nonna di Roggy ha la mania delle patate dolci [Hook: GyLuciani] [Verse 2: GyLuciani] Yeah swag / ben detto ben fatto / Ben Stiller Bennato / ben morto conchiglie, conchiglie, conchiglie La gente mi capisce ma solo se la pago sono compreso nel prezzo bevo birre, birre, delle Galapagos e poi passo la sera nel cesso E meno male che ho fatto molti backup si meno male che ho fatto molti backup! meno male bwoy / Idi Amin is yo bwoy bwoy, nah mean? (come?) Come un ritardo / sento il delay di lei / organizzo tornei di snake si, parlo del Nokia e vince il mio vicino del piano di sopra Erma col campione tarallato alla bisogna e facciamo Rai Nettuno cioè facciamo l'istoria i Borgia ci pompano sull'Aurelia bis Casa Degli Specchi / siamo la versione hip hop dei Jalisse [Hook: GyLuciani] [Verse 3: Alex Antonov] Questa è Casa Degli Specchi / assurdi voglio un tour con le sostanze / Ian Ullrich ho sembianze di animale / Anubi ti regalerò sto cazzo / auguri! Camerieri della scena / cambiamo le lenzuola e ti rubiamo la pecunia sotto il materasso sai che noi facciamo pena / votiamo il candidato che ci da il maggior guadagno / maggior guadagno Nella testa ho bordelli / progressive discutiamo sulla scienza / progressi faccio colazione prima? alberghi mangio questa fiorentina? Kanchelskis Ho creato un nuovo cielo e non andava bene così ho chiesto al Signore l'Apocalisse mi ha detto "è già avvenuta solo che non lo sapete e ora battimi il cinque / battimi il cinque" Rimo tra sudori acri / culturismo il mio sogno è aprire un agri-turismo bevi birre e ti spacchi / Burdisso salvati da noi, Cristo! e adesso datemi un martello (come?) [Bridge: Alex Antonov & GyLuciani] Datemi un martello (come?) x 8 [Outro]
11.
[Intro] [Hook x 4: Alex Antonov] Se vi suicidate per delle cazzate ve lo meritate, ve lo meritate [Verse 1: Alex Antonov] Punto in alto e punto così in alto che punto perpen- dicolare alla mia testa e il proiettile ci ricade sopra e l'apre in due tipo mela / te la do io l'America sopra una tela / "della fotta d'un maratoneta" Nuovo suono, non emoziono, SindromoStendallo Bosforo, Gibilterra, il mondo è un pantalone scomodo best rapper, Westminster, Golden River dentro a un sacco pive / nelle stive pigne piccole / Insigne Il / stile tra / Clermont Ferrand e Plinio Fernando Antonovvi è novello / vello d'oro spalle d'oro, caffe d'orzo...eh...e dopo il caffè d'orzo... non mi ricordo....va beh... E ora imito Kendrick Lamar (mmh) è un grande mito e più o meno lui fa (mmh) pipipiripiripipipapa pipipiripiripipipapa pippiripapa pippiripapa, il Papa, il Papa [Verse 2: GyLuciani] Yo / il Papa e viceversa cioè Satana a Belfast e viceversa e versa-vice come il presidente sbronzo dice al vice "Versa, vice!" Miami Vice / siamo la Miami dei poveri siamo i gravi problemi dei nobili siamo i porci per la perla e viceversa colazione autunno-inverno e viceversa Eh yo le telenovele sono finite siete delle beline voi di "Corazones Congelados" noi torniamo con i millepiedi / con le birre medie con le rime serie / con i ghirigori ce li scrive Gori come Matteo Renzi / siamo quattro fessi guardiamo La7 e copiamo gli argomenti quindi vedo un giallo / Sapporo vedo Vauro / Santoro [Verse 3: Janeosa] Io che ci vado sotto / o io che me ne fotto? del campione, della rima, della ritmica e del resto le ”Estrazioni del lotto”? No quella l’ho già scritta e allora appizzo un lotto con i fantasmi in soffitta Ma Jeneuse ti contraddici (E non rompetemi i coglioni!) che ho già pronto un bel pamphlet / il titolo è "Disaffezioni" e qua son tutti professori e fanno discorsi mega tutti intellettuali e non capiscono una sega Tante grandi parole dentro ad una aula deserta gli chiedi di Voltaire? Risposta: bocca aperta io non sono di parte e non sto qui per fare il tifo se sono intollerante è perché mi fate schifo ‘Sta gente intellettualmente vale quanto le cambiali faccio come Pol Pot / morte agli intellettuali e ai cattivi maestri, ma non sai di cosa parlo per te il top della vita è farti un giro a MonteCarlo E a me va molto bene, bene! alziamo ‘sti boccali ma non rompermi il cazzo perché un cazzo è ciò che vali e mo’ basta vi saluto care signore e signori vado a bermi una birra / da Vanja ai "Sognatori" [Sample] [Hook X 4: Alex Antonov]
12.
[Intro] [Sample] [Verse 1: GyLuciani] Paura e delirio a Tiblisi / eh yo Casa Degli Specchi / non ci pubblicano vari siti / varichina / troppo gangsta lavo la cucina / il limite è il cielo Il limite è l'inferno o al limite è il lavandino che perde CDS / dal Ponente, tramontana presidente, sbaracco in casa, Sbarack Obama Un ragno rincasa ma il portiere è Taglialatela come Fontana il partito dell'amore, il partito dell'odio un tapiro sul podio, il collirio nell'occhio L'arte di accecare ne parliamo con la signorina Acceprane che nome geniale effetto serra, Michele Serra, geranei [Sample] [Verse 2: Alex Antonov] L'acqua mi sfibra e si infila nel sigaro d'Icaro / Cielito Lindo, Bingo bimba cattiva spinta dalla mischia nulla ti sfizia / nunca te rindas Unica firma / lurida bisca (questa è Degli Specchi, cognome di Casa) arraffa il mio riff / rifallo ed infarta di riffa o di raffa ogni mia strofa spacca Fai la farfalla / la vita elefanta fan di Zarrillo faranno di tutto si faranno un tutor, un tubo ed un Tudor non Igor Tudor / Inghilterro, Tudor Alluvionato / Dio è nato e ci ha donato tutto, questo m'han detto allucinato, Cinar e cinepanettoni ci narrano i buoni che vivon cattivi Che figo ho gli stili / defibrillo cuori assassini sashimi, sushi e mocassini e allora no! ma come minimo! ogni numero nasconde un diavolo E allora no! ma come minimo! ogni numero nasconde un diavolo ogni numero nasconde un diavolo [Sample] [Verse 3: Janeosa] CDS dentro al saifa / scelta a dir poco incauta sempre a scrutare il baratro / Repubblica di Weimar! con un suono revival e Matisse come ambizione Gesù ora vive a Nizza e ha cambiato religione Ho tolto tutto il resto / tranne il situazionismo e il mio non è più rap ma puro esistenzialismo La Casa Degli Specchi / questo strano meccanismo per cui tutti i concetti esplodono in un parossismo Parigi e skyline, storie che non sai rinchiuse in uno spazio stretto / amore Bonsai "Il Ponte sul fiume Kwai" / in mezzo alle esplosioni tutta una messa in scena si ma cazzo che emozioni Perché ormai nulla è più vero di fumare un alcaloide perché nulla è più reale di una storia in celluloide ho pensato tutto questo / sotto ad un sole livido Jeneuse de la Heretique / un viaggio dello spirito [Sample]
13.
[Intro] [Verse 1: Janeosa] Mio nonno grande uomo / famoso in tutto il globo ne parlo e mi commuovo mentre mi friggo un uovo mi vesto col kimono e mangio piatti asiatici riprendo Colantuono (No mister, non si agiti!) Atmosfera salottiera / è il suono della riviera con lo stile di Strauss-Kahn che si sbatte la cameriera e poi tanti brutti risvolti (ecco, tutti accaduti) tipo una platea di sordi ad un concerto di muti E pesto forte su ‘sto tasto / acquisto weeda e gusto assenzio qua sull’orlo del collasso bevo troppo e lo evidenzio e ‘sti cazzi, non si arresta / CDS sangue e fiori se ci ascoltano i gagnetti son cazzi dei genitori Perchè spingiamo la droga ed il suo uso più smodato e sappi che se vuoi provare si trova anche in comodato lo faceva mio nonno e ha visto mille meraviglie girava per le Svalbard e mangiava le pastiglie [Hook: Janeosa & Alex Antonov] Bottoni ed asole / parenti ed isole mio nonno Amilcare filosofo del crimine ciò che è stato è stato e ormai non ci riguarda è la tormentata storia di mio nonno alle Svalbard (e allora no) E allora no / come stai? non lo so scandaloso flow / Alain Delon / ohibò (ohibò) E allora no / come stai? non lo so scandaloso flow / Alain Delon / ohibò (ohibò) [Verse 2: GyLuciani] La Casa Degli Specchi peggiora la situazione è il suono della passione / come la processione come da tradizione / enogastronomica si vomita mischiando le vongole e il metadone Non abbiamo limiti / tipo mi alzo a mezzogiorno mi guardo un porno poi stappo e mi sbronzo guardando Paolo Limiti "quanto ridere" dicono nelle isole liriche scandinave / stile intraducibile E se vuoi degli isolani / chiama Roggy Luciani e CDS / la manica di imbriachi, siamo improbabili come gli Inti Illimani coi vestiti Armani che cantano canti alpini a Bari a un commando di militari (oh belin!) Ok ho sbagliato esempio come Thor all'acropoli ho sbagliato tempio che Thor è quello scandinavo con la barba che fin da piccolo giocava a Risiko alle Isole Svalbard [Hook: Janeosa & Alex Antonov] [Verse 3: Alex Antonov] Rock'n'Roll / me lo scrollo in scuolabus rappresento Casa Degli Specchi? uuuh, peggio mi sento siamo barbari in treno / inseguiamo Barbara in treno e secondo Pacciani siamo immorali / ed è vero Con lo sguardo che guarda le terre attorno e pensiamo (....) non sappiamo che pensiamo sappiamo che pesiamo più o meno come il treno di prima mangiamo troppo e ritardiamo 'sta cazzo di linea Roba diretta / Piacenza-Montecarlo-Svalbard facciamo un tour / la gente ci banna e dopo ci spamma siamo una spanna / sotto la spanna di un idiota ho il nuovo rap qatariota / mi fa sentire beota Ti fa sentire meglio / più intelligente di me che rutto e bestemmio al contempo (al con?)/ al contempo! (ah) CDS è il nuovo regno / dura 100 giorni Napoleone ci dice "braavii!" e finisce i gotti [Hook: Janeosa & Alex Antonov] [Outro]
14.
[Verse 1: GyLuciani] Prendo una Heineken / e buona pasqua fanculo a Friedrich Nietzsche / col sole in tasca Dante pensa a Beatrice / ma ora scrive in prosa serata che finisce / Janeosa prendi ancora qualcosa? [Verse 2: Janeosa] Io ancora una Heineken / poi basta fanculo a Friedrich Nietzsche / col sole in tasca Dante pensa a Beatrice? No, gioca a canasta Volevi far l’attrice? Beh, questo non basta (e allora no...) [Hook: CDS] (Ah) Prenditi bene! Carmelo Bene! x 3 (Ah) Prenditi bene! Prenditi bene! Carmelo Bene! Carmelo Bene! Vive nel negozio non vive nel Lazio x 4 [Verse 3: Janeosa] Cerca in mezzo agli epiteti i sussulti delle vene si schiude il sipario / sul palco Carmelo Bene la gente rumoreggia in platea tra i sedili e lì ci fu lo scatto / di Ascanio Celestini Lui non ha mai accettato che Kant fosse demolito perché assieme a Pascal / Kant resta il suo mito si può uccidere Bacone e sai cosa direbbe Strehler? toglietemi tutto / ma non toccatemi Heidegger [Hook: CDS] [Verse 4: Alex Antonov] Questo è lo sapete, flow catetere invischiati nella lotta per non retrocedere noi / come farsi un'ernia per spostare un sassolino 7 e 4 per 10 / facciamo un adesivo (bello) Non mi ricordo le cose da un giorno all'altro non bevete l'alcol / che poi diventate felici e mi state sul cazzo / non voglio che lo siate e oplà / sono rimasto nudo / Cap d'Agde, quindi... [Hook: CDS] [Verse 5: GyLuciani] Eh yo, Pasolini, donne alpiniste cappellini, cerimoniale, Dimitri ritiri / di squadre di calcio, Etna l'estate passa in un lampo su una base d'amianto / salone nautico, memoria barba, calendario / Pirelli Porta Portese, Palazzo Farnese, Tardelli energia pulita, Venere, Botticelli Euroflora, l'eurozona produce cento liquori / piu gangsta di Benedetta Parodi e Caressa che ti aspettano fuori con le pistole spaccano le bottiglie e ti strappano le pupille come... spaccano le bottiglie e ti strappano le pupille come...
15.
[Verse 1: GyLuciani] La rissa al bar / Clarissa Burt è un tipo dark, è soda, è caustica battute sulla base questo è baseball / back in yo face bwoy (come?) Perso nel mantra, coi nani che mi seguono verso la stanza / qui non si fa l'Italia ma neanche si muore / atto di dolore alito di more, lacrime da attore / gente che mi sfiora e mi bagna, piove / mi lavano via, è normale / atrofia emozionale il bar a volte mi sembra un ospizio, la gente si lamenta / è San Patrizio, la menta nella birra E quando salgo sul palco parlano meno li brucio con il colore piu caldo dell'arcobaleno GyLuciani ha il flow placido / Domingo un panegirico per dire quanto è lirico [Verse 2 (versione estesa): Janeosa] *** E’ l’era del post moderno ed intanto Lenin è morto la mia non è propaganda ma sano e mutuo soccorso discorso vecchio e ritrito, hanno urlato: morte a De Niro! E le stelle nel firmamento compivano il loro giro. E se avete capito Engels ragazzi a voi la mia stima, affetto un poco di ‘nduja e vi aspetto di la in cucina. L’ho chiesto anche all’architetto che ha detto: “io non la mangio, bevo solo benzina e ho il sogno di essere Fangio”. Saluti al Signor Kabobo, a Milano è molto famoso. Girava con un piccone e lo sguardo pericoloso. Sentiva le voci in testa un po’ come Giovanna d’Arco, ma lei faceva le guerre e lui ti uccide nel parco. E’ un flusso di coscienza sbagliato e tocca nel vivo è il senso di impotenza che impazza nel collettivo si accumulano le scorie e infine la mente cede, assieme alle brutte storie che intasano il marciapiede. E’ questo il nostro tessuto e alle volte morde, è questo il nostro tempo e son queste le nostre corde. Zero Clarissa Burt, taglio in due questo nodo, lascio indietro la star e parlo al signor Kabobo. [Verse 3: Alex Antonov] E' il ritorno di una cosa che non se n'è mai andata (mai andata!) come la mafia (come la mafia!) / questa è la saga delle seghe / la sagra delle sagre / sudiamo sughi e prendiamo chili / voi rapper segaligni Noi / siamo pesanti e pensanti segnalini come se / le bandiere del Risiko si ribellassero David Hasselhoff / fisico , tu non l'hai (non l'hai!) pigli pugni in panchina come Lijaic / ahi! Mila Kunis è bona? tu giassai (tu giassai!) il mio rap è sbagliato / ciao come stassi / io rappo profilassi / vedo il profilarsi / tu useresti "profilattici" per chiudere sti versi Dalla Liguria rovesci come Fognini foglietti coi fiori ripieni / tulipani noi facciamo parte ed arte / mettiamo da parte e a parte tutto ci scaldiamo per 'sta roba / pietre ollari [Verse 4: GyLuciani] Mi ha detto Beppe Severgnini che hanno scoperto un insetto con lo sguardo triste come i padri delle stripper / il mare in Egitto mi ricorda Amarino Mallo / io che sognavo una vita da Mulino Bianco adesso scrivo in bagno Bevo olio a Capri quindi Caprioglio Debora scrivo così vero che quasi non sono in metrica la base è così sincera / videocamera 'sto vino sbagliato mi esaurirà prima che lo esaurisco Com'è finito "Un Medico in Famiglia"? Alla fine la tipa è morta / ho l'insonnia sulla mia bocca si, ancora responsabile come un padre ma i figli non ci sono piu, scomparsi come Bruno Lauzi Scomparvero all'improvviso ma io restai sono angeli in paradiso come Left Eye disegno sbadigli quando sono in forma / Formigli faccio "Piazza Pulita" / varichina, amuchina [Verse 5: Alex Antonov] Pina! guardo capre ignoranti e parlo con fate medley / fate bene fratelli / Grace Kelly qui è 'na / roba grassa / John Candy / la mia mountain bike sui sentieri è quasi moto come Madlib Tuono nel cuore e culo sul trono / re capo scusa se non ho salvato il mondo / reccavo, blow le mie tracce tu non sai come sentirle? cavolo le mie tracce io non so come gestirle, bravo! Rapper definitivo / e non è vero ciò che è vero, è vero ciò che piace, mettitelo in testa Gino ho l'impasto di / serate, riso in bianco e / risate e vi sto dando la vita e mi ringraziate così? Voi siete così così, nouvelle cuisine ho consigli per tutti come un parroco altoatesino scappato, sgasato, Jean Alesi / Ale, si il tuo amico con la birra / Sans Souci? sa suffi, grassie (grassie) [Verse 6: Janeosa] Dalla mia strofa anemica ho tagliato le parole come ha fatto Stalin / però con la sua prole spesso l’eccesso intossica / come il veleno non sempre togliere vuol dire dare meno E se poi non ci arrivi / io come auto difesa ho caricato online il testo in versione estesa *** perchè qua tutto sublima come fa la naftalina come un fidanzamento / calciatore più velina
16.

about

Freedownload: bit.ly/2nQdVwh

Casa Degli Specchi, 2013. Prodotto, mixato e tarallato da Erma.
Rappato male da Alex Antonov, GyLuciani e Janeosa.
Synth su traccia 05: Vest'O.
Dedicato alle giornaliste di La7.

Per info inutili e live improbabili: info@casadeglispecchi.com

www.facebook.com/genteinutileCDS
www.twitter.com/genteinutileCDS
www.youtube.com/genteinutileCDS
www.casadeglispecchi.it

credits

released October 3, 2013

license

all rights reserved

tags

about

Casa Degli Specchi Liguria, Italy

L'hip hop sbagliato e situazionista di quattro imbecilli, che sarebbero drammatici se non fossero già neo-umanisti con richiami al valore universalistico dell'insulto morale.

Ne parliamo con la signorina Accepràne.

Come?!?
... more

contact / help

Contact Casa Degli Specchi

Report this album or account

If you like Casa Degli Specchi, you may also like: